Concorso FUTURO

In questo percorso didattico abbiamo ragionato sui quesiti che ci ha posto il concorso FUTURO a cui abbiamo aderito. Quale tra le emergenze ambientali presentate ci stava al momento maggiormente a cuore e su quale ci sentivamo di avere idee per possibili risoluzioni?

Abbiamo analizzato alcune emergenze proposte dal libretto Futuro: mobilità, spreco idrico, spreco alimentare e consumi domestici. Abbiamo poi scelto il tema su cui volevamo costruire la nostra start up: lo spreco alimentare.

Abbiamo condotto una ricerca per capire i dati dello spreco alimentare (espressi in peso, percentuale, denaro, impronta ecologica) e le possibili soluzione che sono già state trovate per risolvere questo problema.

Abbiamo poi cercato insieme di immaginare la nostra start up innovativa e sostenibile. Abbiamo ragionato sulle risorse materiali ed umane di cui avevamo bisogno, sui professionisti coinvolti, sulle azioni che il nostro business innovativo avrebbe promosso.

Ne è emerso un bel progetto di piccola azienda che si occupa di dar nuova vita al cibo non più vendibile.

Il nome della nostra start up è: Cibo in Circolo. Abbiamo voluto richiamere il concetto di economia circolare, quell’economia di cui abbiamo sempre più bisogno che funziona proprio come la Natura: non butta via niente e riutilizza ogni risorsa che potrebbe sembrare ormai inutile.

Qui la presentazione del nostro percorso didattico.

E qui la presentazione del nostro Elevator Pitch.